lunedì 9 novembre 2009

Leghisti difensori del crocifisso? Ma va la.

nella foto il messaggio cristiano della Lega.


Nel suo ufficio nel municipio di Verona, il sindaco leghista Flavio Tosi non ha la foto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. L'ha staccata e al suo posto ha messo l'immagine di Papa Benedetto XVI.

Perché Sindaco?
«Preciso. Ho messo il Papa e sopra il Papa il crocefisso perché questi sono i simboli dei valori in cui profondamente credo. La fede cattolica e la croce mi accompagnano nelle scelte fin dall'infanzia, non vedo il motivo per cui non dovrei assorbirne il beneficio proprio nel luogo in cui lavoro».

Ma la Lega non ha un'anima pagana?
«Cose che si dicono. La Lega è della famiglia cattolica. Il 90% dei cittadini italiani è cresciuto culturalmente e con fede tra le braccia del cattolicesimo. Questa è l'identità del nostro popolo, queste sono le radici a cui tutti, in privato soprattutto, facciamo riferimento».
Sicuri sicuri? Vediamo un pò......

Nel 1997 Bossi dichiarava:
« Il Papa polacco ha investito nel potere temporale, nello Ior e nei Marcinkus. Ha investito nella politica dimenticando il suo magistero di spiritualità e di evangelizzazione. [...] I vescovoni sono stati arruolati nell'esercito di Franceschiello, l'esercito del partito-Stato. Il caporale in testa è Massimo D'Alema, lo seguono in seconda fila i vescovoni sulla giumenta, dietro ci sono gli stipendiati del sindacato e a debita distanza el conductor Berluscons, a testa bassa con gli occhiali scuri, agganciato alla mangiatoia del nazionalsocialismo. [...] Altrimenti, come già accade nel bergamasco, i fedeli andranno in parrocchia con il fazzoletto verde e si alzeranno se solo sentiranno pronunciare certi sermoni. Urleranno: va' a da' via el cu'. Si faranno seppellire avvolti nelle bandiere della Lega e se rinasceranno, se mai rinasceranno, saranno padani. Non possiamo continuare ad accettare una Chiesa romanocentrica. Il nazional clericalismo è diventato una delle bretelle che reggono il sistema centralista.

e ancora:
e ancora «Il Sud è quello che è grazie all’Atea Romana Chiesa, con i suoi vescovoni falsoni che girano con la croce d’oro nei paesi dove si muore di fame: il principale potere antagonista dei padani» (...) «I preti pensino all’anima, lascino stare la politica».
E poi:Alla fine degli anni '90, la Lega sembrava rigettare il cristianesimo a favore di pratiche paganeggianti. Nel dicembre 1996 Bossi raccoglieva le ampolle di acqua del "dio Po", e nel 1998, Roberto Calderoli si sposava con "rito celtico".
Ma vediamo questa comunanza in cristo che hanno i leghisti.Vediamo se le parole di Gesù ebreo palestinese combaciano con il vivere leghista ariano ed europeo:

« Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri. » (Giovanni 13,34)
Parabola del buon samaritano.

Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. Per caso, un sacerdote scendeva per quella medesima strada e quando lo vide passò oltre dall'altra parte. Anche un levita, giunto in quel luogo, lo vide e passò oltre. Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e n'ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricatolo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede all'albergatore, dicendo: Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno. Chi di questi tre ti sembra sia stato il prossimo di colui che è incappato nei briganti?». Quegli rispose: «Chi ha avuto compassione di lui». Gesù gli disse: «Va' e anche tu fa' lo stesso» (10,25-37)



Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati gli afflitti, perché saranno consolati. Beati i miti, perché erediteranno la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli

5 commenti:

fabrax ha detto...

leghisti: fascisti del ventunesimo secolo

Anonimo ha detto...

Ci sono anche i Comunisti del "ventesimo secolo" che non sono certo meglio dei "fascisti".
Comunque ritengo che i Leghisti difendano solo la propria poltrona e gli interessi personali, come fan tutti.

Alieno ha detto...

Qui non si tratta di fascismo e comunismo,ma di coerenza,non puoi elevarti a difensore della cristianità quando nella tua vita e nell'azione politica non hai niente del messaggio evangelico di Gesù Cristo.Gesù predicava ai poveri ai diseredati agli ultimi della terra,non ha mai parlato come Bossi di cannoneggiare i barconi dei migranti.

Anonimo ha detto...

Questi POLITICANTI DA OSTERIA,sono distanti anni luce dalla chiesa,che vadano a benedirsi sulle rive dell'ERIDANO,che è meglio!,solo i gonzi credono alla loro supposta CRISTIANITA',per loro ogni scusa è buona per dare contro ai TERRONI,EXTRACOMUNITARI,ALBANESI,ZINGARI,CLOCHAR,CINESI,POLACCHI e chi più ne ha più ne metta!ROMA ladrona che foraggia lautamente i vostri degni rappresentanti un giorno gli darà un bel calcio nel culo,sarà l'unica paga che si saranno guadagnati!

Giovanni Greco ha detto...

Ciao e complimenti per blog.
Vorrei proporti un scambio link se se d'accordo contattami.

[Re]write di Giovanni Greco
http://www.giovannigreco.eu